Pagine

lunedì 22 agosto 2016

Fugu - attenti al pesce



"Se vi recate in Giappone, attenti a quello che mangiate! Il Fugu è un pesce velenoso, e solo i migliori cuochi del paese sono in grado di filettarlo evitando che la carne diventi letale. Uh che paura! Ma che buono..." Esploratore-buongustaio anonimo

mercoledì 17 agosto 2016

Pulcini di cormorano del Guanxi





pulcini di cormorano sulle montagne del Guanxi

"Avvistamento di uccelli sui rotondi picchi delle montagne del Guanxi. Si vocifera che siano piccoli di cormorano, da adulti diventeranno grandi pescatori!"
Esploratore Anonimo

venerdì 29 gennaio 2016

martedì 5 gennaio 2016

Carillon

video

Piccione

Sporchi, malandati, a volte fastidiosi i piccioni fanno parte dell'arredo urbano così come le strade, i palazzi e i monumenti. A loro, al loro tubare e ai loro bisogni sparsi un po' ovunque sul selciato viene dedicata questa filastrocca. Ecco qua:
C’era una volta un piccione, che si credeva come un leone,
pensava di essere potente e di far paura alla gente.

Non sapeva invece che era odiato, deriso da tutti e disprezzato.
Viveva in questa convinzione fino a che cadde l’illusione.
Un bambino corse e scappò via temendo di contrarre una malattia
e la sua mamma prese un sasso e glielo lanciò con un gran fracasso.
Il piccione non si era fatto male, ma la ferita era morale.
Disilluso lasciò la piazza e disse addio per sempre alla sua razza.
Trovò un ratto che sguazzava nella fogna: “che meraviglia, son sicuro mi verrà la rogna!”,
vide un serpente che strisciava nel canale: “che caldino qui c’è lo scarico fluviale!”,
infine sentì un piccolo randagio: “che goduria, nel pattume sto a mio agio!”.
Cosa capì allora il piccione? Che di pregiudizi ce ne sono un milione,
ma un pennuto viene accettato, se si tiene pulito e curato,
se si comporta educatamente senza evacuare in testa alla gente.
Non occorre essere re della foresta, ma comportarsi con il sale sulla testa!








mercoledì 30 settembre 2015

Stati d'animo


Questa volta ho deciso di fare un focus sugli stati d'animo. Ecco qua:











giovedì 27 agosto 2015

Saga del verme

Ecco a voi la saga completa del verme.

Si comincia con una situazione di pace, il verme è felice ed assapora in tutta tranquillità i raggi del sole che battono sulla sua pelle pallida e umidiccia.


Ma la pace non è destinata a durare, un rapace avvista il povero verme e scende in picchiata verso di lui, strappandolo dalla nuda terra.


Pare che in questa triste vicenda il verme abbia avuto un improvviso colpo di fortuna, ma saprà gestire bene il regalo che la sorte gli ha fatto?


No.

mercoledì 26 agosto 2015

giovedì 20 agosto 2015

Equilibri instabili 2

Disegno di circo verticale, con elefante, foca e uomo forzuto

Altrimenti detto: "Tentativo di circo verticale".

Istruzioni:
il circo verticale presenta qualche variante, ovvero: al posto del tendone c'è una gabbietta per gli uccelli, che fanno da acrobati; al posto degli equilibristi ci sono due tazzine e una caffettiera in bilico (il palloncino fa da sicurezza); infine la chiocciola sostituisce i cavalli scalpitanti.
Il resto è il classico circo, divertimento puro per grandi e piccini.

Tecnica:
matita e colori tenui.

Considerazioni finali:
sicuramente è una metafora della vita. 

mercoledì 19 agosto 2015

Equilibri instabili

Disegno di cicogne, pellicani, aironi, passerotti, cince, pavoni e cornacchie in equilibrio sopra un bonsai.

"Uccelli dagli equilibri instabili".
"Probabilmente non riescono a conciliare lavoro, famiglia, impegni, realizzazione di sé. Cercano sostegno l'uno nell'altro (e forse è peggio), il tutto sulle spalle di un piccolo bonsai dalle piccole radici".
"Le radici sono piccole, ma forti".
Dissertazione sul tema dell'equilibrio


Interpreti (dall'alto e da sinistra):
farfalle
pavone
mamma tucano
piccolo tucano in noce di cocco
farfalle
passerotti
verdone
airone cenerino
pesci
pellicano
cicogna
merli
bonsai

lunedì 22 giugno 2015

Menomazioni

Disegno di persone senza occhi, naso, bocca
"Menomazioni fisiche, mancanze, privazioni spirituali, difetti caratteriali... nessuno di noi è  perfetto, c'è sempre qualcosa che non c'è".
"Quindi? Prendetene atto, basta vivere da insoddisfatti! Capito?!" Esploratore anonimo

venerdì 19 giugno 2015

Incidenti di migrazione

disegno di oche durante la migrazione


"Le oche selvatiche percorrono un rotta di milioni di kilometri ogni anno, un viaggio avventuroso durante il quale possono verificarsi anche pericolosi incidenti di percorso". Naturalista anonimo


Ma chi è l'Esploratore anonimo?



Sei interessato al tema "Interazione uomo natura"?, vedi anche:

Uomini e natura
Uomini e natura 2
Signora con fiore
Proletari con cappello
Proletari con cappelli di varia natura

martedì 16 giugno 2015

Habitat

Gli animali abitano nel mondo, ma siamo sicuri di chi abita dove? Ma certo!

disegno di pesce nell'habitat immaginario

I pesci stanno sui prati e prendono il sole insieme ai fiorellini...


disegno di uccello nell'habitat immaginario

Gli uccelli nuotano nel mare sbattendo le ali per muoversi nella corrente...


disegno di serpente nell'habitat immaginario

I serpenti stanno per aria e scendono in picchiata a 320 Km all'ora...


disegno di oca nell'habitat immaginario

Le oche fanno il nido sotto terra, in modo da stare più vicine alle loro prede, i vermi...


Avete imparato bene tutto?

Dove vivranno allora gli ippopotami? Bravi! Negli incavi scavati negli alberi!


ippopotamo nell'incavo di un albero






Dissertazione sul tema dell'Esploratore anonimo (che forse, nonostante tutti i suoi viaggi non ci ha ancora capito niente).

Ma chi è l'Esploratore anonimo?

lunedì 8 giugno 2015

Spiaggia 2

disegno di trichechi, famiglia al mare
"Trichechi in spiaggia. Il papà mostra ai figli la giocoleria da circo, in tempi di crisi imparare fin da giovani un buon mestiere può fare la differenza". Esploratore anonimo

mercoledì 20 maggio 2015

Spiaggia

"Arriva l'estate e le spiagge cominciano a essere ripopolate dai bagnanti. C'è chi prende il sole, chi passeggia, chi pesca... ognuno si intrattiene pacificamente nella sua vacanza" Esploratore-sociologo anonimo

giovedì 16 aprile 2015

Ragione e sentimento

Ragione e sentimento: libro Jane austen, oscar mondadori, copertina artistica
Ragione e sentimento
(titolo originale: Sense and Sensibility)
Di Jane Austen
Edizione Oscar Mondadori


Quarta di copertina:
Scritto nel 1795 con il titolo di "Elinor and Marianne", "Ragione e sentimento" viene pubblicato nel 1811. Come gli altri maggiori romanzi della Austen, descrive le vicende di un'anima ingenuamente romantica che, attraverso l'esperienza, giunge a comprendere infine la realtà dell'esistenza.

Protagoniste sono le giovani sorelle Dashwood, Elinor e Marianne, che, alla morte del padre, sono costrette a fare i conti con le ristrettezze economiche nella loro nuova e modesta casa nel Devonshire.

Qui conosceranno le pene e le gioie dell'amore e, imparando a conciliare la ragione con il sentimento, diventeranno donne.

Attorno a questo processo di maturazione la Austen tesse una trama piena di grazia e ironia, in cui con la sua elegantissima prosa riesce ad analizzare e descrivere con straordinaria sottigliezza il contrasto e il dissidio tra istanze psicologiche e morali.



Commento:
Libro ottimo che ogni ragazza dovrebbe leggere (ma non supererà mai Orgoglio e pregiudizio), la mia scena preferita è quando Marianne scivola tra le braccia di John, uno dei pochi contatti fisici del libro...


Commento sulla copertina:
La copertina, rappresentata da un quadro di Richard Buckner: "Ritratto di Signora", ben si adatta all'aspetto etereo e all'area sognante delle ragazze raccontate nel romanzo.
In questa nuova edizione la copertina rimanda all'ultima delle numerose versioni dipinte dal celebre autore.

Qui di seguito la prima versione, ancora rozza e piena di quelle evidenti imperfezioni dovute all'inesperienza artistica, e l'ultima, della piena maturità.

Ragione e sentimento: libro Jane austen, oscar mondadoriRagione e sentimento: libro Jane austen, oscar mondadori


Per l'acquisto: Amazon

venerdì 10 aprile 2015

La montagna incantata

La montagna incantata di Thoma Mann, Edizioni Corbaccio


La montagna incantata
Di Thomas Mann
Ed. Corbaccio


Scheda del libro:
C'è un posto, lassù tra le nuvole, al riparo dal vivere quotidiano, dai fatti di cronaca, dalle violenze del mondo. Questo posto è un sanatorio, dove si va per assaporare l'aria di montagna e per guarire.

Tubercolotici, malati alle vie respiratorie, malati di depressione, tutti in fila a carovana per salire fin lassù dove su comodi lettini all'aperto, nascosti sotto coltri di calde coperte, trascorrono le loro giornate, eternamente identiche, con la sola consolazione del panorama incantato.

Qualcuno guarisce, qualcuno muore, è una ruota che gira e riparte con l'arrivo dei nuovi venuti.


Commento:
Non lasciatevi trarre in inganno dalla fotografia della copertina, la montagna è fredda e impenetrabile, i folletti sono tutti afflitti da febbre alta e non li si può sentire dal disegno, ma la loro forte tosse risuona per tutte le valli.
Sono tutti costretti a stare lassù, potete vedere come sono controvoglia... non hanno più luce negli occhi.


La copertina in dettaglio:
Copertina di La montagna incantata di Thoma Mann, Edizioni Corbaccio

venerdì 27 marzo 2015

Folletti in piazza

E non si intendono gli aspirapolveri, ma orde di folletti arrabbiati scesi in piazza a manifestare!

Che dite, mancano gli striscioni? Eh... poveretti... non sanno scrivere!
Mancano i forconi? Eh... tesori... hanno manine piccole e rotonde, non li possono afferrare!
Mancano le urla? Eh... vedete... non hanno la boccuccia....



Per fortuna almeno hanno gli sguardi corrucciati e iracondi! Ah, terribilmente iracondi!

mercoledì 25 marzo 2015

Camaleonti, bambini, palloncini e cicogne: una storia in comune

Camaleonti, bambini, palloncini e cicogne, cosa hanno in comune? A voi sta indovinare!
("Niente" non è una risposta).


La storia:
c'era una volta un camaleonte, discretamente affamato, che avendo trovato una succulenta e ignara preda a pochi passi, aveva attivato la sua tecnica di caccia preferita: il mimetismo. Quando all'improvviso...

Disegno di camaleonte


C'era una volta un bambino, che amava tanto gonfiare i palloncini. Quel giorno ne aveva gonfiati tre e correva e correva per il patio perché il nodo dei palloncini si era slacciato...

Disegno di bambino e palloncini


C'era una volta un palloncino, sfuggito a un bambino, che volava alto e libero nel cielo. Era rosso e rotondo e pareva un grande sole al tramonto. Non gli sembrava vero di poter assistere alla migrazione di quei grandi e poderosi uccelli...

Disegno di palloncino e cicogne


C'era una volta una cicogna, che accudiva i propri pulcini in un nido abbarbicato sull'alto di un lampione. Era sera e aspettava che il suo premuroso consorte tornasse dalla migrazione...

Disegno di nido di cicogna


E così vissero tutti felici e contenti.


Fine della storia: indovinato cosa hanno in comune?

giovedì 19 marzo 2015

Una sfumatura di grigio

mr. gray e frustino
Mi è stato fatto notare che le sfumature non sono sfumature se non c'è neanche un frustino , quindi eccolo qua, frustino e Mr. Gray.

mercoledì 18 marzo 2015

Cinque sfumature di grigio + 1

Dopo un bestseller mondiale e un film di recente uscita, le sfumature vanno di moda e non possono mancare neanche qui. 
Ecco cinque sfumature di grigio (50 rischiano di stancare...) ovvero 5 variazioni sul tema + 1. Il tema è il passaggio dall'Inverno alla Primavera, e diciamo che i 5 sono l'Inverno, e il +1 è la Primavera. Ed ecco fatto:


1) Variazione sul tema del grigio (poca fantasia, sicuramente in Norvegia avranno un nome esatto per definire questo grigio):
disegno inverno e primavera